CALENDARIO ESAMI SESSIONE ESTIVA 2021/2022
Ammissioni 2022/2023
Candidati esami privatisti
STAGIONE ARTISTICA 2022
Corsi Pre-Accademici, Propedeutici e di Base
Corsi Accademici I e II Livello
Masterclass 2022
Scuola di Musica Elettronica
Didattica della Musica I e II Livello
Manifesto degli Studi
Erasmus
EMERGENZA CORONAVIRUS
Amministrazione Trasparente
IL 5 PER MILLE AL CONSERVATORIO DI CUNEO
ULTIME NEWS

BACHECA INTERNAZIONALE
Sezione Erasmus/Bacheca Internazionale Audition for Intl. Orchestral Academy of the Janáček Philharmonic  Dear all, for next season we are opening audition to our  International Orchestral Academy only in VIOLIN (1), VIOLA (1), VIOLONCELLO (1), DOUBLE BASS (1) Application Dettagli...


REGOLAMENTO PRESTITO STRUMENTI
REGOLAMENTO PRESTITO STRUMENTI


ATTENZIONE PROF. PEIRETTI ASSENTE
Sezione Bacheca - Si comunica che da mercoledì 2 Febbraio 2022 fino il Prof. MASSIMO PEIRETTI sarà assente. Le lezioni riprenderanno a partire da lunedì 7 Febbraio 2022


ADEMPIMENTI ANAC
- Adempimento ANAC 2021 PDF , XLS , XML - Adempimento ANAC 2020 PDF , XML - Adempimento ANAC 2019 PDF , XML - Adempimento ANAC 2018 PDF , XML - Adempimento ANAC 2017 PDF , XML - Adempimento ANAC 2016 PDF , XML   Dettagli...


Elenco insegnamenti con titolari 20-21
 Elenco insegnamenti con titolari 20-21



Archivio Notizie
Prof. Jona Alberto Docente di ruolo

 

ALBERTO JONA

STORIA DEL TEATRO MUSICALE  E DRAMMATURGIA MUSICALE

Laureato in Estetica Musicale presso l’Università di Lettere e Filosofia di Torino (1982) ha pubblicato studi sulla trattatistica musicale del Settecento e sul teatro mozartiano, dedicandosi in seguito alla musica del Novecento e in particolare a Kurt Weill, Alberto Savinio e allo spettacolo di intrattenimento. Ha iniziato la sua attività di critico musicale per La gazzetta del popolo di Torino collaborando in modo continuativo per 2 anni.

Ha pubblicato saggi e studi per UTET (Musica in Scena, DEUMM), Unicopli (Il paggio il libertino e il filosofo - per una parabola mozartiana di Eros e finzione, 1991), La Giuntina Ed. Fabbri Editori, Franco Angeli Ed. e ha collaborato con saggi e articoli per riviste italiane tra cui “Il giornale della Musica”, “Sonus” e straniere come “Puck”.

Interprete e studioso di musica e cultura ebraica ha curato l’edizione italiana della Storia della musica ebraica di Abrahm Zvi Idelsohn per La Giuntina di Firenze, oltre a molti saggi e articoli e conferenze.

Ha fondato e diretto con Alessandro Baricco la Scuola Holden a Torino; ed è stato presidente e direttore di HoldenArt dal 2000 al 2010, un laboratorio creativo, dinamico e interdisciplinare che si è occupato della valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale attraverso lo strumento della narrazione.

Alberto Jona è docente di Storia del Teatro Musicale e Drammaturgia Musicale presso il Conservatorio Giorgio Ghedini di Cuneo e precedentemente ha insegnato presso i Conservatori di Bolzano e di Trento - Riva Del Garda Drammaturgia Musicale e ha tenuto corsi di Storia della Messinscena e Storia del Teatro Musicale del Novecento.

Come musicista, ha studiato canto con Gabriella Ravazzi e poi con Anne English Santucci a Roma perfezionandosi inseguito in Francia nel repertorio cameristico con Dalton Baldwin e Gerard Souzay e nel repertorio liederistico con Erik Werba. Si è dedicato alla musica da camera dal Settecento alla musica contemporanea. Ospite di stagioni concertistiche e festival in Italia, Francia, Inghilterra, Svizzera, Spagna, Romania, Stati Uniti e Sud America, ha cantato tra l'altro alla Fenice di Venezia, Festival Musica in Europa del Teatro alla Scala di Milano, Teatro Regio e Unione Musicale di Torino, Teatro Carlo Felice di Genova, Salle Gaveau di Parigi, Teatro Colon di Buenos Aires, e poi Roma, Londra, San Francisco. Ha effettuato registrazioni radiofoniche e discografiche per Stradivarius, Nuova Era, DDT, La Giuntina e altri.

Negli anni ha rallentato l’attività concertistica a favore di quella di organizzatore, direttore artistico e regista. Ha curato e organizzato festival e rassegne di teatro e musica tra cui “Voyage autour de Savinio” per il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea - Torino (1990), “Omaggio a Savinio” per la Repubblica di San Marino (1991), “Se una sera d’estate” per la Provincia di Imperia (1992-1993). Ha collaborato con la Provincia di Bolzano per cui ha curato stagioni concertistiche e musicali in genere, tra cui “OPERAzione” in occasione dell’inaugurazione del Teatro Comunale di Bolzano (1999) e “On & On” (2001-2002).

Appassionato da sempre di Teatro di Figura ha fondato con Corallina De Maria e Jenaro Meléndrez Chas la Compagnia Controluce Teatro d’Ombre nel 1994. Da allora si dedica al teatro d’ombre firmando con la compagnia la drammaturgia e le messinscena tutti gli spettacoli presentati nei maggiori festival e stagioni teatrali e operistiche in Europa, Asia, Nord Africa, Nord e Sud America.

Con Controluce ha collaborato in messinscene di concerti, opere liriche e messinscene teatrali (Comunale di Bologna, Carlo Felice di Genova, MITO, Teatro Politeama di Palermo, Mittelfest di Cividale del Friuli, LugoOpera Festival di Lugo di Romagna, Teatro Stabile di Torino, Teatro Stabile di Genova, Sala Bellas Artes di Madrid, Victoria Hall di Ginevra, Primo Levi Center di New York, Tokyo, Singapore, Istambul, ecc.); e ha firmato fra l'altro le regie de Il Pirata e La straniera di Bellini per il Landesniederbayern Theater a Passau e Landshut, Germania (2013, 2015), Lo stridere luttuoso degli acciai cantata scenica di Adriano Guarnieri (Torino, 2014, TPE), Il giardino della vita di José Maria Sanchez Verdù (Semana de Musica religiosa di Cuenca, Spagna, e Lugano, Svizzera, 2017), Ha collaborato con il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano in tre progetti (2014, 2015 e 2019) di regia e messinscena fra musica barocca (Monteverdi, Purcell) e musica contemporanea (Bussotti, Stockhausen, Cage).

Tra le collaborazioni più notevoli:  l'ORT di Firenze, l’Orchestra d’Archi Italiana, il Quartetto d’archi di Torino, il Quartetto Terpsychordes di Ginevra, il Trio Debussy di Torino, Leonardo Garcia Alarcon,  Mario Brunello, Luisa Castellani, il Gruppo Hespérion XXI e Jordi Savall, L’Europa Galante e Fabio Biondi, L’Ensemble Moderne Contemporaine del Quebec, Kenneth Weiss, Davide Livermore, Alessandro Baricco, ma anche Kate Bush, Vinicio Capossela, Elio. 

Con la Compagnia organizza e dirige INCANTI Rassegna Internazionale di Teatro di Figura che si svolge a Torino dal 1994, in collaborazione con la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani e il festival Prospettiva del Teatro Stabile di Torino. Incanti è considerato uno dei festival italiani di Teatro di Figura più apprezzati per la qualità degli spettacoli ospiti provenienti da tutto il mondo.

 www.controluce.org

www.festivalincanti.it

 


Torna indietro